Già popolare nell’Impero Romano, il backgammon era tra i passatempi preferiti delle famiglie nobili. Che cosa lo rende speciale? È un gioco da tavolo che combina strategia e fortuna. Un’alternativa agli scacchi e al trictrac se stai cercando un gioco da viaggio e gioco all’aperto facile da padroneggiare. Se sei un principiante e stai scoprendo le gioie del gioco, questo articolo è progettato apposta per te. Ti guideremo passo dopo passo attraverso le regole fondamentali del backgammon. Ti aiuteremo a comprendere ogni mossa, ogni strategia possibile, e gli elementi essenziali per non solo capire, ma anche padroneggiare il tuo gioco.

Capire il gioco è importante per ogni principiante!

Prima di tutto, devi sapere che il backgammon è un gioco di fortuna ragionata. Questo significa che la fortuna da sola non è sufficiente per vincere una partita, che sia online, attraverso lo schermo di un computer, o in una competizione fisica. È necessario anche sviluppare una buona strategia.

Presentazione del gioco

Questo classico gioco da tavolo si svolge su un «tabellone» chiamato anche piatto di backgammon. Comprende 24 triangoli stretti, chiamati anche frecce o caselle, di colore diverso. Formano quattro file, ciascuna composta da 6 frecce, denominate jan.

Al centro del tabellone, c’è una divisione chiamata «barra» che lo divide in due compartimenti. Le zone formate da 6 frecce sono numerate.

Ricorda, il backgammon si gioca in due. I due avversari devono trovarsi faccia a faccia. A ciascuno di loro viene assegnato 15 pedine o gettoni. E i gettoni sono dello stesso colore per ciascun partecipante.

Ogni giocatore possiede anche un paio di dadi e un bicchiere per effettuare i tiri. Il set include anche un cubo raddoppiatore noto come doubling cube, il cui ruolo è cruciale, perché indica la posta in gioco della partita.

Backgammon in legno

L’obiettivo del backgammon

Se conosci il gioco delle dame cinesi, l’obiettivo è lo stesso con il backgammon.

Infatti, durante una partita di backgammon, ogni giocatore deve portare tutti i suoi gettoni nella zona opposta a quella di partenza, più precisamente nei triangoli dall’1 al 6. Devono poi essere rimossi dal tabellone. Se riesci a rimuovere tutti i tuoi gettoni prima dell’altro partecipante, diventi il vincitore.

Le regole del gioco e il corso di una partita

Preparazione dei gettoni

Ogni giocatore deve prima prendere posizione di fronte al tabellone. A ciascuno vengono dati 15 gettoni. In generale, sono di colori bianco e rosso. Ma possono anche essere in nero e bianco. Devono essere messi nella posizione iniziale. Per fare ciò, ogni partecipante deve posizionare:

Inizio di una partita di backgammon

Posizioni iniziali al backgammon

Che si giochi online o su un tavolo fisico, i due avversari giocano alternativamente. Per identificare chi comincerà il gioco, ciascuno di loro deve lanciare un dado. Il tiro deve essere fatto nel compartimento alla loro destra. All’inizio della partita, è il giocatore che ottiene il numero più alto a poter cominciare. Avanza i suoi gettoni utilizzando i due numeri ottenuti in questo lancio.

Prendiamo un esempio: il primo partecipante, nominato A, ottiene un 5 e il secondo partecipante, nominato B, ottiene un 2. Ovviamente, è A che comincia. Utilizzerà il 5 e il 2 per spostare i suoi gettoni. Poi, è il turno dell’altro giocatore di tirare i due dadi. Muove i suoi gettoni secondo il risultato ottenuto.

Il lancio dei dadi

I dadi a backgammon

Come si effettua il lancio dei dadi? Generalmente, i partecipanti usano un cornetto, che non è altro che un bicchiere con apertura rotonda o ovale. Bisogna inserire i dadi. Poi, si deve scuotere il bicchiere tre volte prima di lanciarli.

Attenzione! Perché il lancio sia valido, i due dadi devono riposarsi piatti sul lato destro del tabellone. È necessario rilanciare se:

Le regole e la direzione di movimento delle pedine

Devi sapere che è necessario utilizzare i numeri mostrati sui due dadi. Permettono di effettuare due spostamenti distinti.

Se ottieni un 2 e un 4, ad esempio, puoi spostare una pedina due volte e un’altra quattro volte. Ma è anche possibile spostare una sola pedina prima 2 volte, poi 4 volte. Il principio è di avanzare la pedina su una freccia.

Qual è la direzione di movimento delle pedine? Ogni movimento deve obbligatoriamente seguire il senso antiorario. Le pedine devono quindi partire dal triangolo 24 in alto a destra del tabellone verso il triangolo 1. Devi quindi portare le tue pedine fuori dal tabellone interno dell’avversario verso il tuo. Puoi muovere le tue pedine verso:

Se nessuno di questi movimenti è possibile, devi attendere il round successivo per poter giocare di nuovo. Ma finché è possibile un movimento, non puoi passare il turno.

Può capitare, ad esempio, che tu possa muoverti solo con uno dei dadi. In questo caso, devi privilegiare il numero più alto fintanto che la configurazione del tabellone lo permette. Ad esempio, se hai ottenuto un 3 e un 5 e puoi spostare solo il 3 o il 5, dovresti privilegiare il 5.

Ricorda, un giocatore che lancia un doppio può fare 4 movimenti durante lo stesso turno. Quindi, se ottiene due 3 nel lancio dei dadi, sposta 4 volte le sue pedine di 3 triangoli ciascuna.

Capire la “colpita”

Quando una pedina è isolata su un triangolo, è chiamata « blot ». Quando la pedina dell’avversario atterra su questa casella durante il suo spostamento, si verifica una « colpita ». In una partita di backgammon, si dice: « il blot è stato colpito ». Ciò significa che è posizionata sulla barra centrale. Questa manovra può essere eseguita più volte.

Notiamo che una pedina che ha subito una colpita può rientrare in gioco, ma deve entrare nel campo avversario. Quindi è necessario ottenere un numero che permetta di avanzarla durante il lancio dei dadi. Ad esempio, se ottieni un 2 e la 23ª freccia sull’ultimo quarto dell’avversario è libera, puoi far rientrare la pedina colpita nuovamente nel percorso.

Se hai una pedina colpita, è vantaggioso rimetterla in gioco rapidamente. Altrimenti, perderai il tuo turno.

Da ricordare: Finché una delle tue pedine si trova isolata al centro, non potrai far avanzare le altre pedine.

Quando riesci a far entrare il blot sulla barra, puoi muovere un’altra pedina con l’altro numero mostrato dall’altro dado. Per rallentare l’altro sfidante, cerca di mettere le sue pedine sulla barra il più spesso possibile.

Fare uscire le pedine dal tabellone

Per ricordare, l’obiettivo finale del backgammon è fare uscire tutte le pedine dal tabellone. Come procedere? Prima, devi assicurarti che tutte le tue pedine arrivino nei tuoi triangoli dall’1 al 6. Una volta raggiunto questo obiettivo, puoi farle uscire dal tabellone, anche se ci sono pedine avversarie nel tuo campo.

Come si effettua l’uscita? Dipende dal numero di punti ottenuti nel lancio. Normalmente, ogni numero dovrebbe permettere di far uscire una pedina sul triangolo corrispondente. Ad esempio, ottenendo un 6 e un 2, allora potrai rimuovere le pedine che si trovano sulla freccia numero 6 e sulla casella numero 2.

Se ottieni un doppio e ci sono 4 pedine sulla freccia corrispondente, puoi farle uscire dal tabellone contemporaneamente. Ad esempio, ha ottenuto un doppio 6 nel lancio e 4 pezzi si trovano sulla casella numero 6, può far uscire queste 4 pedine.

Notiamo che è possibile utilizzare un numero più alto per far uscire una pedina da una freccia più bassa. Ad esempio, un partecipante ottiene un 6 e un 5, mentre le sue pedine rimanenti sono sul triangolo 1 e 3, potrà farle uscire.

La regola del gioco stabilisce tuttavia che è sempre necessario utilizzare il dado più basso prima del dado più alto. Se il partecipante tira quindi un 5 e un 1, tuttavia non ha più che una pedina sul triangolo numero 4, deve prima giocare con l’1. Poi, può far uscire la pedina con il 5.

Attenzione! Se l’uscita delle pedine è iniziata mentre una pedina è stata rinviata sulla zona di riserva, deve essere riportata sul tabellone. Altrimenti, è impossibile far uscire le altre pedine. Quando un partecipante riesce a far uscire tutte le sue pedine, è la fine della partita!

Cosa bisogna sapere sugli stakes?

Si è detto in precedenza che, chi riesce a far uscire tutte le sue pedine prima dell’avversario diventa vincitore. Tuttavia, devi sapere che ci sono tre modi di vincere a backgammon:

Una parola sull’importanza del doubling cube

Per ricordare, il doubling cube è un dado a 6 facce che mostra i numeri: 2, 4, 8, 16, 32 e 64. All’inizio, si dice al centro. Ciò significa che la posta è di 1 punto. Ma un partecipante può raddoppiare la posta prima di iniziare il suo turno. Prima di lanciare i dadi quindi, presenta il doubling cube all’avversario mostrando la faccia con il valore 2 e dicendo «raddoppio».

L’altro partecipante ha il diritto di rifiutare o passare. La partita si ferma quindi e perde un punto. Se sceglie di accettare, prende il doubling cube dalla sua parte. La partita può continuare con una posta di 2.

Infatti, i giocatori sono tenuti a stabilire un obiettivo prima dell’inizio del gioco. Possono ad esempio concordare che la partita termini quando un partecipante perde un certo numero di punti. Finché l’obiettivo non è raggiunto, la partita può continuare.

Hai capito l’essenziale? Procurati il set che ti corrisponde sul nostro sito di vendita online dedicato MonBackgammon. Scegli tra i nostri tabelloni di Backgammon in cuoio o in legno di lusso al miglior prezzo.